My EKG, il sito Web dell'Elettrocardiogramma Logo

Intervalli e segmenti dell'elettrocardiogramma


Prima di iniziare, chiariamo i concetti di intervallo e segmento elettrocardiografico. Sembrano uguali ma non lo sono.

Segmento elettrocardiografico: la linea (solitamente isoelettrica) che unisce un'onda a un'altra senza includerne nessuna.

Intervallo elettrocardiografico: la parte dell'ECG che include un segmento oltre a una o più onde..

Diferencias entre segmentos e intervalos electrocardiográficos

Differenze tra intervalli e segmenti

Segmento PR: linea che unisce la fine dell'onda P con l'inizio del QRS.

Intervallo PR: inizia dall'inizio dell'onda P fino all'inizio del QRS, inclusa l'onda P.

Intervalo R-R

Intervalo RR

L'intervallo R-R è la distanza tra due onde R successive. Nel ritmo sinusale, questo intervallo deve essere costante.

L'intervallo R-R viene misurato dall'inizio di un'onda R all'inizio dell'onda R successiva e la sua durata dipende dalla frequenza cardiaca.

Negli elettrocardiogrammi con ritmo regolare può essere calcolato semplicemente conoscendo il valore della frequenza cardiaca (vedi calcolatore dell'intervallo R-R).

Intervallo PR

Articolo correlato: Intervallo PR

Intervallo PR

L'intervallo PR rappresenta la depolarizzazione atriale e il ritardo fisiologico subito dallo stimolo mentre attraversa il nodo atrioventricolare (AV).

Viene misurato dall'inizio dell'onda P all'inizio dell'onda Q o dell'onda R. Il suo valore normale è compreso tra 0,12 se 0,20 s.

In casi come nelle sindromi da preeccitazione, l'intervallo PR può essere ridotto e ciò rappresenta una conduzione AV accelerata.

Nel blocco atrioventricolare di primo grado, l'intervallo PR è allungato, ciò rappresenta una conduzione AV rallentata.

Intervallo QRS

Intervallo QRS

L'intervallo QRS misura il tempo totale di depolarizzazione ventricolare. Viene misurato dall'inizio dell'onda Q o dell'onda R fino alla fine dell'onda S (o R' se questa è l'ultima onda). Il suo valore normale è compreso tra 0,06 se 0,10 s.

L'intervallo QRS comprende l'insieme di onde che compongono il complesso QRS, è allungato nei blocchi di branca e nelle sindromi da preeccitazione.

Intervallo QT

Articolo correlato: Intervallo QT

Intervalo QT

L' intervallo QT rappresenta la sistole elettrica ventricolare, ovvero l'insieme di depolarizzazione e ripolarizzazione dei ventricoli.

La sua misurazione varia con la frequenza cardiaca, quindi è consigliabile correggere il suo valore sull frequenza cardiaca.

Esistono diverse formule per eseguire questa correzione. La più utilizzata è la formula di Bazett (che divide l'intervallo QT per la radice quadrata dell'intervallo R-R), ma a frequenze cardiache alte o basse, sono più consigliate le correzioni di Fredericia o Framingham.

È possibile utilizzare il nostro calcolatore de QT corretto nella nostra sezione calcolatori dell'ECG.

L'intervallo QT corretto è normale tra 340 ms e 440 ms nei giovani adulti (460 ms nelle donne adulte).

Segmento ST

Articolo correlato: Valutazione del tratto ST

Segmento ST

Il segmento ST o tratto ST rappresenta l'inizio della ripolarizzazione ventricolare e corrisponde alla fase di ripolarizzazione lenta nel " plateau " dei miociti ventricolari.

Di solito è isoelettrico e viene misurato dalla fine del complesso QRS all'inizio dell'onda T (ricorda, a differenza degli intervalli, il segmento ST non include alcuna onda).

Le variazioni del segmento ST sono di grande importanza nella diagnosi di sindromi coronariche acute.

indietro | avanti

Ti è piaciuto? Condividi.