My EKG, il sito Web dell'Elettrocardiogramma Logo

Blocchi di branca


I blocchi di branca sono disturbi della conduzione elettrica distali rispetto al fascio di His che causano cambiamenti nel modo in cui entrambi i ventricoli si depolarizzano.

Questa alterazione della depolarizzazione ventricolare provoca alterazioni significative nel complesso QRS dell'elettrocardiogramma, che nei casi più gravi (blocchi di branca completi) provoca un aumento della durata e cambiamenti nella sua morfologia.

Quando viene alterata la depolarizzazione, anche la ripolarizzazione ventricolare viene eseguita in modo anomalo, quindi anche l'onda T presenterà alterazioni morfologiche nei blocchi di branca completi 1.


Anatomia dei blocchi di branca

Articolo correlato: Sistema di conduzione cardiaca

Conduzione intraventricolare

Anatomía de los Bloqueos de Rama, Rama Derecha, Rama Izquierda y Fascículos
  • 1. Nodo atrioventricolare e fascio di His.
  • 2. Branca destra.
  • 3. Branca sinistra.
  • 4. Fascicolo anteriore sinistro.
  • 5. Fascicolo posteriore sinistro.

Il fascio di His è diviso in due rami:

  • La branca destra stimola il ventricolo destro e il terzo destro del setto interventricolare.
  • La branca sinistra stimola il ventricolo sinistro e i due terzi sinistri del setto interventricolare.

Mentre il ramo destro non è diviso, il ramo sinistro è suddiviso in due piccole branche o fascicoli.

  • Il fascicolo anteriore sinistro trasmette l'impulso alla regione antero-superiore del ventricolo sinistro.
  • Il fascicolo posteriore sinistro trasmette l'impulso alla regione postero-inferiore del ventricolo sinistro.

Qualsiasi alterazione di uno di questi tre rami provoca un disturbo della conduzione interventricolare che si riflette con anomalie dell'elettrocardiogramma.

Blocchi de branca completi

Il blocco di branca completo si verifica in presenza di un blocco totale dell'impulso nella branca destra o nella branca sinistra prima della suddivisione.

I blocchi di branca completi sono caratterizzati nell'elettrocardiogramma presentando un allargamento del complesso QRS (maggiore di 0,12 s).

Ciò è causato perché lo stimolo elettrico depolarizza prima il ventricolo della branca sana e poi, attraverso il miocardio, il ventricolo della branca interessata.

Ciò aumenta il tempo di depolarizzazione ventricolare e quindi un ampliamento del complesso QRS.

Per maggiori informazioni consulta: Blocco di branca destra, blocco de branca sinistra.


Blocchi fascicolari o emiblocchi

I blocchi fascicolari sinistri o emiblocchi si verificano quando l'interruzione della conduzione si verifica in uno dei fascicoli della branca sinistra.

In questi blocchi non vi è alcun ritardo nella durata della depolarizzazione ventricolare, quindi il complesso QRS è stretto.

La sua caratteristica principale nell'elettrocardiogramma è la marcata deviazione dell'asse.

Per maggiori informazioni consulta: Emiblocchi sinistri.


Blocchi de branca incompleti

Nei blocchi incompleti non vi è alcuna interruzione dello stimolo come nei blocchi completi. L'impulso è guidato da entrambi i rami, ma più lentamente dal ramo interessato.

L'elettrocardiogramma mostra un allargamento minimo del complesso QRS (0,11 e 0,12 s) e alterazioni morfologiche simili ai blocchi completi 1.

Blocco de branca destra incompleto:

Il blocco de branca destra incompleto è definito da una durata del complesso QRS tra 110 e 120 ms negli adulti. Gli altri criteri sono simili a quelli del blocco di branca destra 1.

  • Durata del complesso QRS tra 0,11 e 0,12 secondi.
  • Pattern di rsr', rsR' o rSR' nelle derivazioni V1 o V2.
  • Onda S di durata maggiore rispetto all'onda R nelle derivazioni D1 e V6 1.

Blocco de branca sinistra incompleto:

  • Durata del complesso QRS tra 0,11 e 0,12 secondi.
  • Onda R alta da V4 a V5.
  • Assenza dell'onda Q iniziale nelle derivazioni D1, aVL, V5 e V6.
  • Allungamento della porzione ascendente iniziale dell'onda R in V5-V6 2

In entrambi i blocchi incompleti ci possono essere cambiamenti nel tratto ST o dell'onda T.

Alterazioni della conduzione intraventricolare

Riferimenti

Ti è piaciuto? Condividi.