My EKG, il sito Web dell'Elettrocardiogramma Logo

Blocchi atrioventricolari (BAV)


I blocchi atrioventricolari (BAV) sono un insieme di disturbi del sistema di conduzione che causano lo stimolo elettrico generato negli atri da condurre in ritardo o meno ai ventricoli 1.

Sono prodotti principalmente da un'alterazione nel nodo atrioventricolare (AV) o nel fascio di His, sebbene possano essere causati da problemi in altre strutture cardiache (vedi sistema di conduzione cardiaco) o da alterazioni metaboliche come l'iperkaliemia.


Classificazione dei blocchi atrioventricolari

I BAV sono classificati in tre gradi a seconda della loro gravità.

  • Blocco atrioventricolare di primo grado.
  • BAV di secondo grado.
    • BAV di secondo grado, tipo Mobitz 1, fenomeno di Wenckebach.
    • BAV di secondo grado, tipo Mobitz 2.
  • Blocco atrioventricolare di terzo grado o BAV totale.

Blocco atrioventricolare di primo grado

Articolo correlato: BAV di primo grado.

Nel BAV di primo grado c'è un ritardo nel passaggio dello stimolo attraverso il nodo AV o il sistema His-Purkinje, ritardando la comparsa del complesso QRS.

Blocco atrioventricolare di primo grado

Blocco atrioventricolare di primo grado con intervallo PR prolungato (0,52 s)

L'alterazione caratteristica nell'elettrocardiogramma è il prolungamento dell'intervallo PR (maggiore di 0,20 s), con complessi QRS stretti se non vi sono altre alterazioni.

Inoltre, nel blocco atrioventricolare di primo grado non c'è interruzione della conduzione AV, quindi ogni onda P è seguita da un complesso QRS, a differenza dei BAV di grado superiore.

Per maggiori informazioni consulta: BAV di primo grado.


Blocco atrioventricolare di secondo grado

Articolo correlato: BAV di secondo grado

Nel blocco atrioventricolare di secondo grado si verifica un'interruzione discontinua del passaggio dello stimolo dagli atri ai ventricoli. Osservando sull'elettrocardiogramma, onde P non condotte (non seguite da complessi QRS).

In base alle loro caratteristiche sull'elettrocardiogramma, sono classificati come BAV di secondo grado tipo 1 (Mobitz 1 o Wenckebach) e tipo 2 (Mobitz 2).

BAV di secondo grado tipo 1 (Mobitz 1 o Wenckebach)

En el bloqueo AV de segundo grado tipo I se observa un enlentecimiento progresivo de la conducción auriculoventricular hasta la interrupción del paso del impulso.

BAV di secondo grado tipo 1 Wenckebach

BAV di secondo grado tipo 1 (Wenckebach):
Allungamento progressivo dell'intervallo PR fino a quando una P non fa da conduttore (in rosso).

L'ECG mostra:

  • Allungamento progressivo dell'intervallo PR fino a quando un'onda P viene bloccata.
  • L'intervallo R-R viene progressivamente ridotto all'onda P bloccata.
  • Complesso QRS di caratteristiche normali, se non ci sono altre alterazioni.
  • L'intervallo R-R contenente la onda P bloccata è più breve dei due precedenti intervalli R-R.

Per maggiori informazioni consulta: BAV di secondo grado.

BAV di secondo grado tipo 2 (Mobitz 2)

Il blocco atrioventricolare di secondo grado di tipo 2 è meno frequente dei precedenti e di solito implica la presenza di patologie cardiache sottostanti.

Questo tipo di blocco atrioventricolare è caratterizzato da un improvviso blocco della conduzione AV senza allungamento del precedente intervallo PR.

L'ECG mostra:

  • L'onda P bloccata con intervalli PR precedenti e successivi di durata simile.
  • L' intervallo R-R che include l'onda P bloccata è uguale ai precedenti due intervalli R-R.
  • Complesso QRS di caratteristiche normali, se non ci sono altre alterazioni.
Bloqueo Auriculoventricular de Segundo Grado, Mobitz II

BAV di secondo grado tipo Mobitz 2:
Intervallo PR costante prima di un'onda P non condotta, ultimi battiti con conduzione AVIntervallo PR costante prima di un'onda P non condotta, ultimi battiti con conduzione AV 2:1.

In alcuni casi può seguire una certa sequenza (ogni tre intervalli PR normali un'onda P bloccata) o essere variabile. Nel BAV di secondo grado avanzato è possibile vedere più di un'onda P bloccata consecutiva (vedi BAV di secondo grado).

Questo BAV può progredire al BAV di terzo grado in modo imprevisto ed è richiede generalmente un impianto di pacemaker definitivo.

Per maggiori informazioni consulta: BAV di secondo grado.


Blocco atrioventricolare di terzo grado (BAV completo o totale)

Articolo correlato: BAV completo

Il blocco atrioventricolare di terzo grado è caratterizzato dalla completa interruzione della conduzione AV. Nessuna stimolazione generata dall'atrio passa nel ventricolo, quindi gli atri e i ventricoli vengono stimolati ciascuno al proprio ritmo.

Il ritmo ventricolare dipenderà dal sito del sistema di conduzione in cui ha origine il ritmo di fuga, nel nodo AV, nel fascio di His o un ramo del fascio di His. Maggiore è il sito di blocco, maggiore è la frequenza cardiaca e i complessi QRS sono più stretti.

Le sue caratteristiche nell'ECG sono:

Blocco atrioventricolare di terzo grado, BAV completo

BAV completo a 44 bpm:
Dissociazione completa tra onde P (contrassegnate in rosso) e complessi QRS.

  • Onde P e complessi QRS che non sono correlati tra loro, con la frequenza dell'onda P più alta
  • Posizione delle onde P vicino al complesso QRS, iscritta su di essa o sull'onda T.
  • La morfologia e la frequenza dei complessi QRS dipendono dall'origine del ritmo di fuga. Se proviene dal nodo AV, la frequenza cardiaca sarà più alta e il QRS stretto. Se provengono dai rami distali del fascio di His, ci saranno marcati bradicardia e QRS simili a un blocco di branca.

Per maggiori informazioni consulta: BAV completo


Trattamento dei blocchi atrioventricolari

I BAV di primo grado e di secondo grado di tipo Mobitz 1 di solito non richiedono un trattamento, sebbene possano progredire verso blocchi di grado superiore.

L'impianto di pacemaker definitivo è indicato in pazienti con BAV di terzo grado o di secondo grado di tipo Mobitz 2, indipendentemente dai sintomi presenti 4.

Prima di indicare un pacemaker definitivo, devono essere escluse le cause reversibili di BAV, come il trattamento con farmaci bradicardiaci (beta-bloccanti o antiaritmici) o la cardiopatia ischemica.


Articoli correlati: BAV di primo grado, BAV di secondo grado, BAV di terzo grado.

Riferimenti

Ti è piaciuto? Condividi.