My EKG, il sito Web dell'Elettrocardiogramma Logo

Elettrodi dell'elettrocardiogramma


Gli elettrodi dell'elettrocardiogramma (ECG) sono i dispositivi che mettono il paziente in contatto con l'elettrocardiografo. Attraverso di essi si ottengono le informazioni elettriche per la stampa e l'analisi degli elettrocardiogrammi.

Per eseguire un elettrocardiogramma standard, 10 elettrodi sono divisi in due gruppi: elettrodi periferici ed elettrodi precordiali. Dai dati forniti da loro, si ottengono le 12 derivazioni dell'ECG.

Quando viene eseguito un elettrocardiogramma, è essenziale conoscere rigorosamente la posizione degli elettrodi nel paziente. Un cambiamento di posizione di un elettrodo potrebbe causare, da piccole variazioni nella morfologia del QRS, a gravi errori diagnostici.


Posizione degli elettrodi ECG

Elettrodi Periferici dell'ECG

Elettrodi periferici:

Gli elettrodi periferici sono quattro e sono posizionati sugli arti del paziente, distalmente alle spalle e alle anche, non necessariamente sui polsi e sulle caviglie 1.

Normalmente differiscono con un colore diverso per ognuno (vedi trucchi per posizionare gli elettrodi).

  • R: braccio destro (Right).
  • L: braccio sinistro (Left).
  • F: gamba sinistra (Foot).
  • N: gamba destra, è l'elettrodo neutro (N).

Se il paziente ha un arto amputato, l'elettrodo corrispondente verrà posizionato nel moncone di quell'arto, o in mancanza di ciò, nella regione del busto più vicino (spalle o regione addominale inferiore).


Elettrodi precordiali

Electrodos Precordiales del EKG

Gli elettrodi precordiali sono sei e sono posizionati nella regione precordiale 2.

  • V1: nel quarto spazio intercostale, sul bordo destro dello sterno.
  • V2: nel quarto spazio intercostale, sul bordo sinistro dello sterno.
  • V3: a metà strada tra gli elettrodi V2 e V4.
  • V4: nel quinto spazio intercostale nella linea medio-clavicolare (linea che scende perpendicolarmente dal punto medio della clavicola).
  • V5: nella stessa linea orizzontale dell'elettrodo V4, ma nella linea ascellare anteriore (linea che scende perpendicolarmente dal punto medio tra il centro della clavicola e la sua estremità laterale).
  • V6: nella stessa linea orizzontale degli elettrodi V4 e V5, ma nella linea medio-ascellare (linea che scende perpendicolarmente dal centro dell'ascella).

Nell'articolo trucchi per posizionare gli elettrodi ti mostriamo come posizionarli senza fare errori.

Elettrodi per le derivazioni a destra e posteriori

In alcuni pazienti e nel caso di sospetto infarto posteriore o del ventricolo destro, è consigliabile posizionare gli elettrodi in posizioni diverse da quelle descritte, al fine di ottenere le derivazioni a destra e le derivazioni posteriori.

Ricorda: non confondere gli elettrodi ECG con le derivazioni dell'ECG. Gli elettrodi sono i dispositivi che posizioniamo il paziente e le derivazioni sono la registrazione dell'attività elettrica nell'elettrocardiogramma.

Nel seguente articolo spiegheremo le derivazioni dell'ECG, fare clic in basso, su "avanti" per continuare con noi. Potresti anche essere interessato a come eseguire correttamente un elettrocardiogramma.

indietro | avanti


Riferimenti

  • 1. Kligfield P, Gettes LS, et al. Recommendations for the Standardization and Interpretation of the Electrocardiogram. Part I: The Electrocardiogram and Its Technology: A Scientific Statement From the American Heart Association Electrocardiography and Arrhythmias Committee, Council on Clinical Cardiology; the American College of Cardiology Foundation; and the Heart Rhythm Society Endorsed by the International Society for Computerized Electrocardiology. Circulation. 2007; 115: 1306–1324. doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.106.180200.
  • 2. Surawicz B, Knilans TK. Chou’s electrocardiography in clinical practice, 6th ed. Philadelphia: Elservier; 2008.

Ti è piaciuto? Condividi.